Come fare un omogenizzato sano e genuino 2

- ">

Come fare un omogenizzato sano e genuino

Oggi vi parlerò di come preparare un omogenizzato sano e genuino, senza conservanti e senza utilizzare il cuoci pappa!

 

 

Lo svezzamento è un periodo delicato nella vita del lattante, dal sesto mese di vita compiuto del bambino, come raccomanda l’ OMS (organizzazione mondiale della sanità)   si può iniziare lo svezzamento, cioè l’integrazione di cibi solidi e semisolidi all’alimentazione con solo latte.

Ricordo benissimo l’entusiasmo che avevo nel cominciare questa avventura, ma allo stesso tempo temevo di sbagliare qualcosa. Ho capito solo con il tempo che la cosa migliore è seguire il nostro istinto. Se il vostro bambino dovesse fare capricci, non tormentatevi, piano piano si abituerà ai sapori nuovi ed inizierà a mangiare con gusto.

Non compro un omogenizzato da tantissimo, ho iniziato a farli in casa quando lui aveva 8 mesi! Oggi vediamo come fare un omogenizzato di carne e verdure, la versione base adatta fin da subito.

Scopriamo insieme la ricetta.

 

INGREDIENTI

  • 1 petto di pollo
  • 1 carota
  • 1 patata
  • 1 zucchina

per conservarli

  • vasetti di plastica
  • vasetti di vetro

 

PROCEDIMENTO

Iniziamo cuocendo al vapore il pollo, puliamo la carota, la patata e la zucchina e cuociamole in abbondante acqua, si creerà il brodo vegetale.

Un volta che il tutto sarà cotto, ponete il petto di pollo, la carota, la patata e la zucchina in un frullatore, non servono quei costosi cuoci pappa, e tritate aggiungendo un mestolo (circa) di brodo vegetale.

Verrà un cremina, perfettamente genuina e senza conservanti! Ed ecco che avrete ottenuto un omogenizzato perfetto.

Sterilizzate dei  vasetti di plastica o in vetro e mettete all’interno la cremina ottenuta. Se usate i vasetti in vetro metteteli a testa in giù per ricreare il sottovuoto.

Io ho spesso preferito utilizzare  i  Vasetti Philips , rapidissimi da lavare.  Li trovate su Amazon   a pochissimo prezzo.

Si conservano parecchi mesi.

Ovviamente potrete fare omogenizzati del gusto che preferite, basterà variare gli ingredienti.

Semplice, no?

 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

- ">
Email
Print
Vai alla barra degli strumenti